BRIOCHE CON GOCCE DI CIOCCOLATO

Avete presente quei panini dolci con gocce di cioccolato che da qualche anno fanno bella mostra di sè nelle pubblicità televisive e non solo?

Ecco adesso possiamo farli tranquillamente a casa per la gioia dei nostri bambini sia i piccoli che i più cresciutelli come i miei che per queste brioche ci vanno matti, possiamo farli sia con pasta madre che con lievito di birra, naturalmente con pasta madre dureranno soffici più a lungo e il loro sapore sarà migliore, ma anche con il lievito di birra non vi deluderanno, adesso vediamo come farli, soffici, soffici

se li conservate in un contenitore chiuso vi rimangono come appena fatti anche per 3/4 giorni, altrimenti li potete congelare dopo cotti e fatti raffreddare, io ne faccio scorte li congelo in sacchetti di due brioche e la sera li tiro fuori dal congelatore senza aprire il sacchetto, e al mattino ho la colazione pronta come appena fatti

INGREDIENTI:

  • 500 g farina 0
  • 150 g lievito madre
  • 60 g patata lessa, schiacciata e fatta raffreddare
  • 160 g zucchero
  • 3 tuorli di uova (circa 60 g)
  • 210 g latte
  • 100 g burro morbido
  • un pizzico di sale (circa 2 g)
  • buccia grattugiata di 1 arancio
  • 130 g di gocciole di cioccolato fredde di congelatore

Se volete farli con lievito di birra, mescolate 5 g di ldb in 30 g di acqua e 50 g di lievito impastare e metterlo in un contenitore coperto con pellicola, quando è raddoppiato usatelo come il lievito madre

PROCEDIMENTO

  • versare nella planetaria la farina, il lievito a pezzetti, la patata, i tuorli lo zucchero, la buccia grattugiata di arancio e il latte
  • azionare la macchina a bassa velocità, per poi alzarla successivamente
  • impastare fino a quando l’impasto non avrà preso corpo e sarà incordato
  • quando vediamo l’impasto liscio e incordato aggiungiamo il burro in 2 o 3 volte facendolo amalgamare bene
  • infine aggiungere il sale
  • quando anche il sale sarà incorporato bene, aggiungiamo le gocce di cioccolato fredde,aiutiamoci con un tarocco rovesciando l’impasto per distribuire bene le gocce, azioniamo la macchina per qualche istante fino a che non vediamo le gocce distribuite in modo omogeneo
  • mettiamo l’impasto in una ciotola coperta con pellicola e mettiamolo a riposare in frigo per 30/40 minuti
  • togliamolo dal frigo e versiamolo sul piano di lavoro
  • prendiamo una piccola porzione di impasto e mettiamola in un bicchierino, questa sarà la nostra spia di lievitazione che va messa a fianco delle teglie in lievitazione
  • dividiamo l’impasto in porzioni da 70 g circa
  • pirliamo le palline sul piano di lavoro, stando attenti che siano ben chiuse sotto e lisce sopra
  • mettiamole una accanto all’altra in una teglia foderata con carta forno e mettiamole a lievitare coperte con pellicola in un posto caldo ( circa 28°)
  • saranno pronte al raddoppio, per questo vi aiuterà la ”spia”
  • una volta raddoppiati accendete il forno, scopriteli dalla pellicola e spennelateli con un po di latte
  • cuoceteli in forno caldo a 170° per 20 minuti, ricordate che ogni forno è cosa a sè, solo voi conoscete il vostro forno, quindi regolatevi di conseguenza

BUON APPETITO

Sonia

About sonia_nieri

Ciao benvenuti nel mio blog , sono Sonia appassionata di cucina in generale , curiosa di natura , mi piace sperimentare ,impastare , decorare , provare cose nuove e imparare ,disponibile ad accettare i consigli di chi li vuole dare e consigliare chi vuole imparare........nella mia vita ho avuto esperienze e imparato da grandi insegnanti che oltre a essere grandi cuochi e pasticceri , sono stati maestri di vita , e sono riusciti se possibile a farmi appassionare di più a tutto quello che ruota intorno alla cucina......per questo e tanto tanto altro vi invito a venire con me a fare .....quattro passi in cucina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>