SCHUTTELBROT, IL PANE DEL TIROLO

panenero 9

Schuttelbrot è il tipico pane del tirolo terra di confine, e cosa di meglio per contribuire alla settimana della cucina di frontiera,  di una ricetta di confine?…. ma la domanda che sorge spontanea a noi gente di collina e pianura è…..” perchè fare un pane cosi?”

Semplice, la risposta sta nel territorio, nella montagna e del bisogno di trovare un sistema che permettesse la conservazione del pane ,per lunghi periodi, un pane che anche durante i periodi della transumanza sulle cime potesse nutrire , e cosa di meglio di un pane che nasce secco, di sicuro non ammuffisce o indurisce, e si può consumare anche dopo mesi senza aver cambiato il suo sapore aromatico e speziato o la sua  croccante consistenza

panenero 5

 

 

Schuttelbrot letteralmente significa ”pane scosso”, proprio perchè l’impasto fatto con farina di segale, semi di cumino, di finocchio e trigonella, viene scosso vigorosamente prima di essere cotto, così da ottenere un disco sottile che messo in forno diventa croccante, per poi essere conservato in locali areati sopra caratteristici scaffali di legno

schotte6immagine presa da qui

Con questa ricetta altoatesina partecipo al calendario nazionale del cibo aifb  che vede ambasciatrice Marina Bogdanovic  del blog”mademoiselle Marina’

La merenda in malga è la cosa più bella, quando si esplorano le montagne altoatesine. Lo Speck, le salsicce affumicate e il pane integrale tipico e durissimo di nome “Schuttelbrot” sono gli ingredienti della merenda tipica dell’Alto Adige, il pane in particolare si spezza sopra un tagliere che ha un coltello fissato con un perno

schotte10 immagine presa da qui

noi non siamo  così attrezzati ma non abbiate paura basta un pugno leggero e deciso per frantumare lo Schuttelbrot e accompagnarlo agli affettati affumicati tipici o i formaggi d’alpeggio, oppure con questo pane saporito possiamo preparare drelle buone zuppe di pane o i più famosi Knoedel, i cosidetti canederli

Ecco la ricetta e il procedimento per fare facilmente a casa questo tipico pane altoatesino l’ho preso nel sito ufficiale del Sudtirol http://www.suedtirol.info/it/Scopri-lAlto-Adige.html , naturalmente io l’ho fatto e provato per voi e vi posso assicurare che è veramente buono, oltre ai classici speck e formaggi d’alpeggio ho provato ad accostarlo con un formaggio morbido al tartufo, o ad una marmellata di mirtilli rossi, e devo dire che l’abbinamento è favoloso, non è una ricetta difficile anche impastando a mano si può fare tranquillamente, io ho solo diminuito l’acqua e la dose di lievito, che secondo me erano troppe

BUON LAVORO

INGREDIENTI PER LA BIGA

  • 250 g farina di segale
  • 250 ml acqua tiepida
  • 10 g lievito di birra

INGREDIENTI PER L’IMPASTO

  • 500 g farina di segale
  • 250 g farina 0
  • 600 ml acqua tiepida
  • 10 g lievito di birra
  • 20 g sale
  • 5 g finocchio
  • 5 g cumino
  • 5 g trigonella/ fieno greco

 

PROCEDIMENTO PER LA BIGA

  • In una ciotola sciogliere il lievito nell’acqua, aggiungere la farina e mescolare fino ad ottenere un impasto compatto, lasciare riposare coperto da pellicola in luogo caldo ( 30° ) per circa un’ora

PROCEDIMENTO PER L’IMPASTO

  • Passato il tempo di riposo sciogliere il lievito nell’acqua, impastare la biga con la farina, i semi e aggiungere l’acqua  poco per volta alla fine aggiungere il sale e impastare fino ad ottenere un impasto sodo e ben amalgamato
  • lasciare riposare l’impasto per 15 minuti
  • formare dei panetti da 150 g ciascuno

schotte1

  • disporre i panetti sopra un telo ben infarinato e lasciare riposare altri 15 minuti
  • a questo punto la ricetta tradizionale dice di metterli sopra un asse di legno larga e scuotere il panetto fino a quando diventa largo e sottile
  • ma io non avendo gli strumenti appositi, mi limito a spianarli con le mani allargandoli con la pressione dei polpastrelli come per fare delle focacce

schotte2

  • fare riposare i pani formati circa 30 minuti

schotte3

  • cuocere in forno caldo a 200° per circa 1 ora, devono diventare dorati e croccanti

CONSIGLI:

  • Prima di infornare bucare bene e più volte con una forchetta i pani
  • Controllare la cottura perche ogni forno è storia a se

BUON APPETITO

panenero 2

 

 

 

Sonia

About sonia_nieri

Ciao benvenuti nel mio blog , sono Sonia appassionata di cucina in generale , curiosa di natura , mi piace sperimentare ,impastare , decorare , provare cose nuove e imparare ,disponibile ad accettare i consigli di chi li vuole dare e consigliare chi vuole imparare........nella mia vita ho avuto esperienze e imparato da grandi insegnanti che oltre a essere grandi cuochi e pasticceri , sono stati maestri di vita , e sono riusciti se possibile a farmi appassionare di più a tutto quello che ruota intorno alla cucina......per questo e tanto tanto altro vi invito a venire con me a fare .....quattro passi in cucina

2 thoughts on “SCHUTTELBROT, IL PANE DEL TIROLO

  1. Ma che brava Sonia…l’hai pure fatto !! E’ un pane antico, buono e affascinante…come è affascinante il modo in cui le varie popolazioni si sono adeguate da sempre alle condizioni di vita imposte loro da vari fattori. In un alimento seplice come il pane c’è tutta la storia sociale, una vita.
    grazie Sonia !

  2. …in attesa della “collina” sgranocchio questo pane nero che mi ha conquistato al primo sguardo! E poi adoro la segale 🙂 Grazie, a presto 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>